General LEE: liberté et ergonomie!!!

Saturday, July 23, 2005

L'addio

Zhukov: patetico, tragico, coglione.

Poteva uscirne bene, ne e' uscito alla cazzo, augurandomi pure la morte.
Stratagemma 28 condito di petitio principii, della serie io so ma sto zitto.


Gen. Zhukov
Gen. Zhukov said...

Caro bak,

Grazie dell’intervento, con cui concordo pienamente: come avviene con regolarità bisogna fare un po’di pulizie di Pasqua.
Fra me e Cottolengo Lee, a differenza di quanto afferma questo signore affrancato da Basaglia, non esiste né tacito accordo né stima. Semplicemente, siccome mi occupo anche di questioni serie, non sempre ho il tempo di disinfestare il blog da questa fastidiosa zanzara.
Questo terrificante idiota, con la sua ossessiva presenza quantitativa, ogni tanto diventa molesto, ma non è un problema serio: come tutti i mentecatti in realtà l’unico argomento che lo interessa è il proprio infelice io.
Anziché di un computer avrebbe bisogno di uno psichiatra, di dosi regolari di psicofarmaci e di bambole gonfiabili (una bionda per i giorni pari, una bruna per i dispari).
Bene dunque, caro Bak, per la scelta di nick name stabili, sperando che così il mentecatto, che da mesi si è nascosto dietro innumerevoli espedienti, abbia nel frattempo il buon gusto di farsi curare. Oppure, in alternativa, di inciampare e precipitare dalla tromba delle scale, di cascare per sbaglio nella gabbia dei leoni, o di scivolare nella buca dei serpenti velenosi.
Non intendo conoscere di persona il signor Revil, né tantomeno mangiare insieme a lui, in quanto per la sua persona non provo il minimo interesse, né considero una circostanza fortunata e intelligente frequentarlo, nemmeno per sbaglio, nemmeno per un caffè.
L’unica circostanza della sua vita che potrebbe destare la mia curiosità è la data di un funerale, in cui egli partecipi alla mesta cerimonia nella parte del protagonista, ossia della “cara salma”!
A questi improperi sono costretto, visto che niente, tranne un suo prematuro e deprecabile decesso, sembra poterlo distogliere dalla missione di triturare i coglioni a me, ed a tutti i partecipanti alla discussione.
Ma perché non discute nel forum con Caveri?
Questo blog non intende farsi difendere da nessun avvocato da operetta. Lo difende l’Armata Rossa, non uno scemo di paese afflitto da turbe mentali e con problemi di socialità primaria.
Posso ripetere il messaggio all’emerito rompicoglioni non più in chiave cattivista, ma buonista, come ho già fatto altre mille volte:
Egregio signore, si chieda per favore come mai tutte le sue iniziative non riescano mai a raggruppare nessuno.
Lei fa fuggire tutti. E’ insopportabile come comunicatore virtuale, vuole che nel reale non sia anche peggio?
Non organizzi nessuna cena: ci resterà male, non verrà nessuno!
Il suo problema è la solitudine, che è sua compagna con tale regolarità da far nascere un sospetto: anziché dare la colpa al mondo che non capisce il suo genio, non è che magari ci sia anche qualche responsabilità sua?
Dia retta a me, visto che famiglia ed amici ( che dubito abbia! Saranno tutti fuggiti…) sono tutti ciechi, sordi e muti, e non la consigliano bene, decida di guardare dentro sé stesso : i soldi li ha, si metta in terapia tre volte alla settimana da un serio professionista della psiche, vedrà che con un po’ di fortuna nel giro di 5 anni comincerà a raccapezzarsi nel suo casino esistenziale.
In caso contrario la vedo brutta: con l’età, che passa rapidamente visto che lei già ora è un post-giovanotto, le frustrazioni e l’angoscia di cui lei trabocca aumenteranno, e il loro peso sarà talmente grande da generare violenza.
Temo che lei possa rivolgerla o verso gli altri, o verso sé stesso.
Non aggiungo altro per delicatezza.
Ascolti me, si metta in terapia: lei rischia di migliorare la qualità della sua vita, noi sicuramente di tutelare la sanità dei nostri coglioni.


23 luglio, 2005 19:28
uahlim
uahlim said...

E cosi' lei desidera la mia morte...
Interessante.
Invece a me della sua non me ne puo' fregare una cippa di cazzo.

23 luglio, 2005 21:33
Delete
uahlim
uahlim said...

Vede Zhukov, che io abbia l'hobby di discutere, e sicuramente troppo per via telematica, e' un dettaglio che non dovrebbe assolutamente cambiare il giudizio che si da' sul mio singolo intervento, che io possa avere mille problemi, essere su un letto paralizzato o chissa' cos'altro, dovrebbe essere un dettaglio per un interlocutore intelligente come la facevo. Se i miei interventi sono errati, li si contesti nel merito, se occorre leggere il mio nome per poter capire che non sono validi e liquidarli con e' uno sporco negro frocio ebreo o lee che li scrive allora forse i problemi siete voi ad averli.
Poi che problemi del genere si risolvano internando nei campi i rompicoglioni, gli ebrei, gli asociali, dando un'etichetta e via e' storia gia' nota.

23 luglio, 2005 21:52
Delete
uahlim
uahlim said...

Comunque La saluto e Le libero il blog.
Lei non sa ribattere ai miei argomenti ed allora se la prende con la mia persona, facendo pure il finto generoso, come se sapesse chissa' che segreti su di me.
E' alla frutta, ammette candidamente di esserlo, non Le piace discutere con chi la batte e le spacca i coglioni, ha ammesso la Sua inferiorita' ed io Le tolgo il disturbo e l'imbarazzo.
Le consiglio solo la lettura di un libro di Schopenhauer: 28 stratagemmi per ottenere ragione. Si legga l'ultimo e cosa ne dice l'autore, di chi lo usa, e di quando lo usa.

4 Comments:

Post a Comment

<< Home